home page borsa acquisti
editrice elèuthera foreign rights media catalogo universita percorsi eventi contatti  
scheda libro
| | stampa scheda
 
scarica immagine
Filippi
QUESTIONI DI SPECIE



agosto 2017
 
l'opera

Questo libro non è, né vuole essere, un altro manifesto antispecista,
ma più modestamente un contributo per porre le basi
di un pensiero politico
capace di mettersi all'ascolto
di ciò che l'immenso dolore animale ha da dirci.


Di fronte alla dilagante popolarità di un animalismo da talk-show nei fatti incapace di influenzare l'esistente, questo libro sostiene una tesi molto chiara: il nostro rapporto con gli animali è parte integrante dell'ideologia e delle pratiche di dominio. La nostra società utilizza infatti la carne dei non umani come materiale su cui costruire le sue architetture gerarchiche. A partire da questa prospettiva, il libro auspica la politicizzazione dell'antispecismo, che dovrebbe da un lato ibridarsi con le acquisizioni teoriche e le esperienze politiche dei movimenti di liberazione di più lungo corso e dall'altro guadagnare sufficiente credibilità per smascherare il non detto antropocentrico che tuttora si annida in quelle acquisizioni ed esperienze. Il movimento antispecista non è dunque più chiamato a dimostrare l'indubitabile, ossia la sofferenza degli animali, ma a domandarsi come sia possibile modificare lo stato delle cose. Da qui puòprendere forma quel movimento politico senza il quale le istanze di liberazione fin qui proclamate verrebbero facilmente riassorbite nel ventre del sistema.

l'autore [scheda autore]
Massimo Filippi (Monza, 1961), insegna Neurologia all'Università Vita-Salute del San Raffaele e si occupa da anni della questione animale da un punto di vista filosofico e politico.
dello stesso autore
CRIMINI IN TEMPO DI PACE - la questione animale e l'ideologia del dominio
percorsi di lettura
CRITICA DELLE ISTITUZIONI TOTALI
FILOSOFIA POLITICA ED EPISTEMOLOGIA