home page borsa acquisti
editrice elèuthera foreign rights media catalogo universita percorsi eventi contatti  
scheda libro
| | stampa scheda
 
scarica immagine
Kuhn
LA VITA ALL'OMBRA DEL JOLLY ROGER

traduzione di Gilda Dina

luglio 2018 - I ed. 2015
 
l'opera
Innalzando il Jolly Roger, la bandiera nera con il teschio e le tibie incrociate, si dichiaravano nemici di tutte le nazioni, ma la loro violenza si accompagnava spesso a un'affermazione dei diritti umani.
- Gianni Vattimo

L'enorme attenzione che i pirati hanno ricevuto negli ultimi anni non si limita al grande schermo o al reparto giocattoli dei grandi magazzini. Questi «malviventi» di trecento anni fa hanno impregnato a fondo l'immaginario contemporaneo, riuscendo a creare una mitologia tuttora vitale. Nonostante la loro epoca d'oro sia collocabile tra il 1690 e il 1725, ancora oggi studiosi, scrittori, sceneggiatori e appassionati si dividono in accanite diatribe tra chi vede in loro degli audaci ribelli sociali, capaci di realizzare le prime forme di democrazia diretta, e chi invece li considera dei briganti crudeli e sanguinari. E in effetti i pirati furono entrambe le cose: fuorilegge pronti a depredare chiunque incrociasse la loro rotta e uomini liberi che rifiutavano una società «legittima» oppressiva e altrettanto violenta. Passando da Nietzsche a Foucault, da Che Guevara a Hobsbawm, da Sahlins a Clastres, l'autore ci racconta la storia non convenzionale di queste comunità nomadi, descrivendo – sempre in bilico tra leggenda e realtà – la vita quotidiana all'ombra della bandiera nera pirata.
l'autore [scheda autore]
Gabriel Kuhn, austriaco di nascita, vive e lavora a Stoccolma. Studioso delle micro-società, ha scritto numerosi testi sulle dinamiche interne di queste comunità circoscritte.
dello stesso autore
LA VITA ALL'OMBRA DEL JOLLY ROGER - I pirati dell'epoca d'oro tra leggenda e realtà
percorsi di lettura
STORIA E STORIE
UTOPIE PIRATA